Sardegna, un Viaggio tra Terra e Acqua.

IMG-20200721-WA0010 (2)

Ciao sono Elena, se deciderai di venire insieme a me in questa avventura, sarò lieta di accompagnarti in un viaggio, un viaggio interiore, tra Terra e Acqua.
Oggi più che mai, abbiamo bisogno, di stare all’aria aperta, di respirare a pieni polmoni, di camminare a piedi nudi sulla Terra, di farci baciare dal Sole, accarezzare dal Vento, fonderci con l’Acqua, guardare le Stelle, ballare, ridere e giocare così, da vivere in armonia con la Natura e in maniera più Sana e Felice.
Insieme, con la guida del romanzo “La donna delle sette fonti”, alla scoperta di luoghi magici, dove imparerai nel silenzio ad ascoltare la Forza della Natura e
la Potenza dell’ Acqua.
Al di là della Sardegna turistica esiste un’altra Sardegna, arcaica ma viva, che emerge dalle pagine del libro come un inno alla Natura e alla saggezza della Terra.
“La donna delle sette fonti” di Diego Manca, racconta una storia di una giovane donna, in un viaggio interiore alla ricerca della salute del corpo e dell’anima.
.
Qui di seguito la prefazione del libro “La donna delle sette fonti”.
«L’acqua è da sempre stata considerata sacra, poiché è fonte di vita, guarigione, fertilità, procreazione; ma è anche in grado di distruggere, corrodere e dissolvere ogni cosa. L’acqua, come il sangue della terra, simboleggia la sostanza primordiale da cui ha origine la vita e alla quale tutti tornano e si dissolvono. Già nel paleolitico era considerata un simbolo tra i più importanti, e una molteplicità di forme rituali e culturali si svolgevamo nei pressi di sorgenti, fonti, fiumi, laghi e mari. Nell’antica lingua sumera “ab” (in sardo “abba”) significa ‘acqua’ e simboleggiava anche il seme maschile che feconda; così fin dalla remota antichità il culto delle acque si è collegato a fonti e sorgenti sacre, dove le donne si immergevano per diventare fertili.

Vi sono riti in cui l’immersione nell’acqua simboleggia la rinascita, l’iniziazione, il punto di partenza di un nuovo cammino, la rigenerazione totale non solo del corpo, ma anche dello spirito e dell’anima. L’acqua è una “medicina” che risana e guarisce, e le sorgenti e le fonti sacre sono state, da sempre, luoghi di pellegrinaggio connessi con l’apparizione di Dee o Grandi Madri. In questi luoghi particolari, per le singolari energie magnetiche e cosmo-telluriche, possono avvenire piccole o grandi guarigioni, ma anche “guarigioni invisibili”, guarigioni dell’anima, e le persone che tornano a casa da questa esperienza hanno la vita totalmente cambiata. È come se l’acqua della fonte “sacra” andasse a colloquiare con l’acqua contenuta nel nostro corpo, attivando un processo di riequilibrio e di guarigione non solo fisica, ma anche psichica ed emozionale. »
Ricordati chi sei veramente, ascolta la tua intuizione, rimani centrato e onora il divino che è in te.
Impara ad essere Vivo e lascia spazio all’Amore.
Cosa dire, se leggendo queste parole, hai sentito vibrare il tuo cuore, ti aspetterò a braccia aperte in Sardegna per vivere un’esperienza autentica e genuina.
Segui la tua Verità con Amore e Gratitudine.

Con affetto Elena.
Namastè

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Potrebbe interessarti...

×

Ciao!

Come posso aiutarti?

×